22 ottobre 2017

DECODE: sperimentazioni urbane sui data commons

Quattro progetti pilota, due a Barcellona e due ad Amsterdam, per capire come realizzare un sistema di data commons: è questa l’ambizione di DECODE (DEcentralised Citizen-owned Data Ecosystems), progetto finanziato dal programma Horizon2020 dell’Unione Europea che coinvolge centri di ricerca, associazioni e istituzioni locali.

Il presupposto che muove i ricercatori è che viviamo in un mondo in cui le piattaforme digitali sono sempre più presenti nelle nostre relazioni e nelle nostre azioni quotidiane, tanto che senza quasi rendercene conto cediamo una miriade di dati personali: in cambio di servizi gratuiti o a prezzi scontati, offriamo continuamente informazioni circa i nostri interessi e le nostre abitudini ad aziende private, che traggono profitto da queste informazioni. Il mercato dei dati personali, inoltre, subisce una forte tendenza all’oligopolio, con conseguenti implicazioni circa il pluralismo e l’inclusione sociale.

L’obiettivo dei quattro progetti è quello di fornire ai cittadini gli strumenti per una gestione autonoma e consapevole dei propri dati. Si parte quest’anno, per un periodo di test che finirà nel 2019, con quattro piattaforme:

  1. iDigital / BCNow Platform pilot, in partnership con la piattaforma Decidim.Barcelona
  2. #CitizenSense Internet of Things pilot, sempre a Barcellona
  3. FairBnb pilot, in collaborazione con il comune di Amsterdam
  4. Gebiedonline (Neighbourhood Online) pilot, una piattaforma collaborativa con sede ad Amsterdam

Per leggere il report completo sul progetto DECODE, cliccare qui.

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.